WORKSHOP
UNA RETE PER T.E.

Il ridisegnarsi dell’attuale situazione politica del Nord Africa, i conflitti in Medio Oriente, l’analfabetismo, la povertà sono tutte concause che favoriscono i processi di immigrazione ormai massicci verso i paesi occidentali del Mediterraneo e da qui, più generalmente, verso le nazioni più industrializzate del mondo. Questo processo sta ampliando la zona di diffusione della talassemia che da patologia genetica tipicamente mediterranea ha assunto una connotazione globale.
All’ampliamento della zona di diffusione si sta cominciando a registrare un significativo aumento del numero di casi per la forzata mancanza di prevenzione registrata in tutte le emoglobinopatie, talassemia inclusa. Sono questi gli effetti indiretti dell’attuale emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid 19.

Su questo punto c’è un dato molto preoccupante: secondo l'Istat, l'Italia nel 2020 ha avuto circa 30mila morti in più per le altre patologie. Vittime silenziose, collaterali, di qualcosa che si consuma lontano dai riflettori. Vittime della mancata prevenzione. L'effetto di questo 'tsunami' si propagherà a lungo e ci aspettiamo purtroppo per il futuro anche una riduzione dell'indice di sopravvivenza. L'impatto involontario della pandemia su varie patologie incluse le emoglobinopatie, avrà anche un risvolto negativo sulla qualità di vita, compromessa dalle conseguenze aggravate di alcune malattie. Il quadro che si va delineando richiederà ulteriore impegno sul piano socio-assistenziale in cui la disuguaglianza socio-economica sarà l’aspetto che inciderà in maniera profonda sulla salute delle persone.

Il progetto Talassemia e Emoglobinopatie: UNA RETE PER T.E. nasce grazie all’impegno del Rotary International che organizza sul territorio nazionale percorsi operativi rivolto ai migranti supportati dalla sottoscrizione di protocolli d’intesa tra il Rotary International e le istituzioni sanitarie territoriali come nello scorso anno con l’ASL Napoli 1 Centro che ha permesso di garantire informazione e un servizio di diagnosi precoce alla popolazione straniera in stato di bisogno, indentificata nell’utenza di Stranieri Temporaneamente Presenti sul territorio, assistiti dalla ASL Napoli 1Centro.

Lo scenario attuale italiano vede una diffusione a macchia d’olio delle Talassemie, indifferentemente nella popolazione straniera e non, ed è pertanto richiesto un maggiore impegno del Rotary International al fianco delle Istituzioni sanitarie sul territorio per dare vita a delle iniziative volte a sostenere la lotta alle emoglobinopatie geneticamente trasmesse.
È del 23 luglio 2020 il comunicato stampa del Governo in cui si informa che il Ministro Speranza firma una proposta di decreto ministeriale per istituire una Rete nazionale della Talassemia e delle emoglobinopatie.

per maggiori informazioni:
segreteriasite@ercongressi.it